Chi sono

Sono Eros Badin e mi occupo, come freelance, di grafica, consulenza editoriale e comunicazione da oltre vent’anni. Durante la mia carriera ho avuto l’opportunità di collaborare con importanti case editrici e grandi brand come Hoepli, Hachette-Rusconi, DeAgostini, AC Milan, Sangemini, Heineken, Hotelplan, Tahiti Tourism lavorando con professionisti qualificati tra giornalisti, fotografi e direttori creativi.

LA MIA SIMPATICA STORIA
Fin da bambino avevo sviluppato una forte propensione artistica (ereditata da mio padre, scomparso ahimè troppo presto) ben insaporita da una buona dose di umorismo (ereditata anche quella da mio padre). Mi divertivo a disegnare fumetti e caricature per i miei compagni di classe e spesso, durante le vacanze, andavo a dipingere con mio zio Giulio, che era un bravissimo pittore. Insomma ero circondato da persone creative e la scelta degli studi non poteva che andare in una direzione precisa: infatti frequentai il liceo scientifico! A parte la scelta di un corso di studi basato sulla razionalità, piuttosto che sulla creatività (cosa che si è rivelata di grande aiuto nella mia professione), il germe artistico continuava a crescere in me e dopo il liceo mi sono iscritto allo IED di Milano l’Istituto Europeo di Design.
Eravamo a cavallo tra gli anni ’80 e i ’90, avevo 19 anni, Steve Jobs non era nessuno e la Apple non esisteva (cominciavano però ad apparire i primi MacIntosh) e studiavo in un ambiente molto stimolante: bravi docenti, grafici, fotografi, illustratori e anche tante belle ragazze. Dopo il diploma extrauniversitario sono stato catapultato subito nel ruvido mondo del lavoro come dipendente, tra piccole case editrici e agenzie di comunicazione, dove sono stato forgiato dal nonnismo di cinici art director e crudeli caporedattori, che mi facevano un “mazzo” così: la famosa palestra di vita.

LA SVOLTA
La mia carriera si è poi sviluppata come graphic designer nel mondo dell’editoria e del DTP (Desktop Publishing) come si diceva una volta e ho lavorato all’interno di redazioni di giornali e riviste di settore per un decennio e grazie a un mio lungimirante direttore editoriale ho preso anche la tessera di giornalista pubblicista. Nel frattempo qualche collaborazione extra mi serviva per “arrotondare” un po’, fino a quando non ho deciso di fare il grande salto: basta impiego fisso, avevo bisogno di libertà di movimento, avevo voglia di organizzare la mia vita e crescere nel lavoro. Divento così freelance, entro a far parte del Popolo delle Partite IVA e comincio a collaborare come consulente con importanti case editrici e agenzie (facendomi sempre e comunque un “mazzo” così) che mi permettono di entrare in contatto con aziende e lavorare anche per grandi brand e aprendo anche una piccola casa editrice tutta mia nel settore viaggi e turismo.

NASCE LAMIARIVISTA.IT
Oggi posso affermare di essere uno specialista della carta stampata e avere grande esperienza nella comunicazione ATL (cioè il marketing Above The Line ovvero tutte quelle operazioni che vedono il loro sviluppo nei media tradizionali, nelle affissioni classiche di manifesti pubblicitari, nei giornali e riviste, nelle brochure e in tutti quegli strumenti off-line). È così che analizzando lo sviluppo travolgente del web marketing, mi sono reso conto che l’enorme quantità di informazioni che ci inonda ogni giorno via mail, whatsapp, messanger ecc. non mi permetteva di catturare quelle veramente utili o importanti per la mia attività e per il mia vita e mi ritrovavo così a dover rileggere decine di email e post archiviati o rivedere video anche datati, per recuperare le informazioni delle quali avevo bisogno.
Ripensando alle care riviste specializzate che tenevo nel mio studio e potevo consultare in qualsiasi momento, sapendo che avrei potuto trovarci informazioni e consigli di grande valore, ho deciso di mettere a punto il sistema per far crescere il business di aziende e professionisti, pubblicando la propria rivista personalizzata. Benvenuto a Lamiarivista.it!